search
home page home page home page team page links_page page team page facebook rss feed email
Convegno

COSTITUZIONE FONDAZIONE VAJONT 9 OTTOBRE 1963 - ONLUS



Prima il fragore dell'onda
poi il silenzio della morte
mai l'oblio della memoria

 

La Fondazione Vajont 9 ottobre 1963 – onlus, è costituita con Atto del Notaio Pasquale Osnato di Belluno in data 18 ottobre 2003, in concomitanza con le celebrazioni per il 40° anniversario della catastrofe del Vajont, realizzate dal Comune di Longarone.

L’Atto è stato sottoscritto presso il Municipio di Longarone dai Soci Fondatori: Comune di Longarone, Edison Spa, Regione del Veneto, Enel Produzione Spa, rappresentati dal Sindaco di Longarone, dott. Pierluigi De Cesero, dal dott. Giorgio Colombo, dall’Assessore della Regione Veneto, il comm. Floriano Pra e dall’ing. Paolo Tartaglia, indicati dai rispettivi enti o società di appartenenza.

L’Atto viene sottoscritto dai Sindaci di Castellavazzo, Franco Roccon, di Erto e Casso, Luciano Pezzin, di Vajont, Felice Manarin e dal Segretario Comunale di Longarone, dott. Giuseppe Barbera, testimoni della sottoscrizione dell’Atto Costitutivo.

La costituzione della Fondazione Vajont trova la propria genesi nell’accordo transattivo, approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale di Longarone con deliberazione n. 37 del 27 maggio 1999 e sottoscritto in data 23 giugno dello stesso anno, tra il Comune di Longarone e la Società Edison Spa, per i danni causati nella catastrofe. Detto accordo prevedeva, infatti, che una cospicua parte del risarcimento fosse destinata ad una Fondazione avente per scopi lo studio dei problemi ecologici della montagna alpina e della zona del Vajont e ogni ricerca utile per la loro più sana e sicura valorizzazione, nei decenni futuri, nel ricordo reso così partecipe e fattivo delle vittime della sciagura, che fu frutto, come i processi e la storia hanno accertato, di miope sfruttamento industriale delle risorse della natura ad opera di Sade e Enel.

Al Comune di Longarone e alla Società Edison si sono aggiunte in qualità di Soci Fondatori, la Regione del Veneto con deliberazione della Giunta Regionale n. 3011 del 10 ottobre 2003, in ottemperanza alla Legge Regionale n. 18 del 3 ottobre 2003 e la Società Enel Produzione Spa.

In data 7 aprile 2004 la Regione del Veneto – Direzione Enti Locali, Deleghe Istituzionali e Controllo Atti – Ufficio Persone Giuridiche – iscrive al n. 246 del Registro regionale delle persone giuridiche di diritto privato, come da decreto n. 28, di pari data, la Fondazione Vajont 9 ottobre 1963 - onlus.

In data 22 settembre 2004 giunge dal Quirinale la comunicazione della concessione alla Fondazione da parte del Presidente della Repubblica del suo Alto Patronato.



 

IL PERCORSO

 

Il Consiglio di Amministrazione, nella sua prima riunione ha nominato quale Vice Presidente della Fondazione il prof. Gioachino Bratti e quale Direttore Generale (art. 14), Giovanni De Lorenzi. Ha poi, successivamente, nominato il Comitato Scientifico, previsto dall’ art. 12 dello Statuto, composto dall’ing. Lucio Ubertini, designato alla Presidenza del Comitato, dall’ing. Giorgio Angelo Galeati, dall’ing. Paolo Pinamonti e dal dott. Antonino Vicari Sottosanti. Il Revisore dei Conti (art. 13) è stato individuato nella persona del dott. Angelo Pasquale Pioggia di Santa Giustina Bellunese. In data successiva il consigliere regionale del Veneto Dario Bond ha surrogato il cav. Floriano Pra e l’arch. Renato Migotti, invece, il prof. Gioachino Bratti.
Nel corso del 2008 l'ing. Gianni Signor è subentrato al prof. Lucio Ubertini alla Presidenza del Comitato Scientifico.
 







[ Indietro ]